Vivi nelle Foibe: Venne la primavera e poi l’estate del 1947