Recensione di Fiorella Paris ad “Ambiguità occulte”