La scuola italiana sul filo del ciarlare platonico e del Dante teologo è scollegata dalla dialettica seria